Mentre DeFi cresce, gli investitori guardano a Polkadot

Mentre DeFi cresce, gli investitori guardano a Polkadot per essere il prossimo Etereum

Non guardare oltre la rapida crescita di quest’anno nell’arena della finanza decentralizzata, o DeFi, ed è chiaro il motivo per cui la catena di blocco dell’Ethereum sta dominando così tante conversazioni in questo momento nell’industria del digital-asset.

La seconda più grande catena di blocco della crittovaluta nativa, l’etere (ETH), è cresciuta del 266% quest’anno – il doppio rispetto al bitcoin lunare (BTC).

Ma molti investitori esperti di digital-asset stanno coprendo le loro scommesse, acquistando gettoni associati alle blockchain upstart che potrebbero potenzialmente Bitcoin Evolution prendere quote di mercato dalla rete Ethereum, spesso definita come un „computer mondiale“ per la sua versatilità e programmabilità.
Abbonatevi a First Mover, la nostra newsletter quotidiana sui mercati.
Iscrivendoti, riceverai e-mail sui prodotti CoinDesk e accetti i nostri termini e condizioni e la nostra politica sulla privacy.

Uno di questi token è il punto (DOT), della catena di blocco Polkadot, il cui co-fondatore Gavin Wood è stato co-fondatore di Ethereum. Wood ha scritto il libro bianco originale del progetto per Polkadot nel 2016, appena un anno dopo il lancio della rete Ethereum.

Da quando a metà agosto, dopo che la rete Polkadot ha effettuato uno split 100:1, il punteggio è salito di oltre il 44%. Nello stesso periodo, l’etere dell’Ethereum è salito solo di poco più dell’8%.
ethervspolkadot

„L’appetito del mercato e degli investitori è stato davvero forte per Polkadot“, ha dichiarato Keld van Schreven, amministratore delegato della società di investimento KR1, che include Polkadot nel suo portafoglio. Una valutazione iniziale di una raccolta di fondi pre-lancio della rete ha avuto un prezzo di circa 3 dollari, ha detto. „Quindi, negoziare costantemente al di sopra dei 4 dollari da allora è stato davvero incoraggiante“.

Paracadutismo e raggio di luna

Al centro di Polkadot c’è il concetto di „paracadutismo“, che sono catene a blocchi in grado di eseguire transazioni più elevate rispetto all’Ethereum grazie a un design più sofisticato. Secondo Peter Mauric, responsabile degli affari pubblici di Parity Technologies, il termine è l’abbreviazione di „blockchains parallele“.

„I paracadutisti possono elaborare più transazioni di una singola blockchain perché le transazioni sono distribuite su più computer, in modo simile all’elaborazione parallela“, ha detto Mauric a CoinDesk in una e-mail.

Un attore chiave dietro lo sviluppo della rete è Parity Technologies, un’azienda con sede centrale europea a scopo di lucro che costruisce strumenti per la piattaforma Polkadot open-source.

Parity è anche l’azienda che sta dietro a Substrate, un insieme di strumenti per gli sviluppatori per creare applicazioni blockchain con Polkadot, spesso note come applicazioni decentralizzate, o dapps.

Per saperne di più: Reef Finance raccoglie 3,9 milioni di dollari per Cross-Chain DeFi su Polkadot

„Substrate confeziona tutto ciò che gli sviluppatori core di Parity hanno imparato a costruire, lanciare e mantenere Ethereum 1.0, Bitcoin, Zcash e ora Polkadot“, ha detto Mauric a CoinDesk. „La speranza è che questo crei una via di mezzo, dove un team di sviluppo di alta qualità possa costruire e lanciare la propria catena senza l’incredibilmente grande overhead associato alla costruzione di una blockchain da zero“.

I sostenitori di Polkadot dicono che gli ingegneri del software utilizzano anche Moonbeam, una startup di Boston che ha costruito la propria catena di paracadutismo per imitare un toolkit che sembrerebbe familiare agli sviluppatori di Ethereum.

„Lo scopo della catena di paracadute Moonbeam è che stiamo implementando, in modo efficace, il più vicino possibile al set di funzionalità dell’Ethereum al suo nucleo“, ha detto Derek Yoo, il fondatore del progetto, in una videoconferenza. Yoo si è impegnato attivamente con i progetti Ethereum per adottare la tecnologia. „Se abbiamo fatto bene il nostro lavoro, stiamo cercando di realizzare qualcosa che sia a basso attrito e facile da adottare per un progetto Ethereum già esistente“.

I progetti che portano casi d’uso a Polkadot includono Interlay, che prevede di lanciare un progetto di bitcoin wrapped chiamato „PolkaBTC“ nel 2021, e il fornitore di liquidità a catena incrociata Equilibrium, che sarà il primo progetto Polkadot ad essere controllato da Quantstamp.

Van Schreven di KR1 dice che sta seguendo circa 230 progetti in costruzione sulla piattaforma.

Parlando con gli stakeholder dell’ecosistema Polkadot, scoraggiano il termine „killer dell’etereum“, in quanto a molti piace classificarlo, perché molti vedono Polkadot come un complemento all’ecosistema generale, non come un rivale.